Aliquote Enasarco
Tempo di lettura: 3 minuti

Aliquote Enasarco 2021Aliquote Enasarco 2021: le aliquote Enasarco “ordinarie” così come massimali e minimali sono invariati rispetto all’anno 2020 (salvo solo la rivalutazione dell’importo dei massimali e minimali che l’Enasarco renderà nota a fine febbraio).

C’è però una importante novità dal 1.1.2021 che riguarda quelli che sono stati definiti “giovani agenti“, i quali, se rientrano nelle condizioni descritte di seguito, potranno godere di aliquote Enasarco ridotte e di minimali dimezzati.

Riepiloghiamo quindi quali sono i massimali e minimali Enasarco 2021 (primo versamento: 20 maggio 2021)

Aliquote Enasarco 2021 per Agenti Ditte individuali e società di persone

Le aliquote Enasarco 2021 e i massimali e minimali per gli agenti che operano come ditte individuali o come società di persone sono le seguenti:

ALIQUOTA: 17,00%, di cui 8,50% a carico mandante e 8,50% a carico agente

MASSIMALE

– per i plurimandatari è ancora di Euro 25.682,00 oltre rivalutazione

– per i monomandatari è ancora di Euro 38.523,00 oltre rivalutazione

MINIMALE

– per i plurimandatario è Euro 431,00 oltre rivalutazione

– per i monomandatari Euro 861,00 oltre rivalutazione

La rivalutazione sarà resa nota dall’Enasarco alla fine di febbraio.

In caso di riconoscimento di anticipi sulle provvigioni, potete trovare qui informazioni utili su come gestire correttamente il versamento del contributo.

Aliquote Enasarco 2021 per Agenti Società di capitali

Anche in caso di agenti società di capitali, l’aliquota Enasarco per il calcolo del contributo assistenziale 2021 è invariata, e cioè:

– fino a Euro 13.000.000,00 (tredici milioni): aliquota 4% (di cui 3% a carico mandante e 1% a carico agente)

Aliquote Enasarco 2021 per Giovani Agenti (art. 5bis Reg. Enasarco)

Sulle provvigioni maturate dal 1 gennaio 2021 (primo versamento 20 maggio 2021) l’Enasarco ha introdotto importanti novità sul calcolo delle percentuali Enasarco in caso di conferimento di mandati a “giovani agenti”.

In particolare, in base al nuovo art. 5bis del Regolamento Enasarco, l’Enasarco ha previsto aliquote e minimali ridotti per tre anni.

Vediamo in che termini.

Cosa si intende per “giovani agenti”

Per “giovane agente” si intende:

–  agente ditta individuale (quindi non società nè di persone nè di capitali) con meno di 31 anni di età (quindi NON devono ancora aver compiuto 31 anni) al momento del conferimento di ciascuno degli incarichi interessati (poi, una volta conferito l’incarico, l’agevolazione permane anche se nel frattempo li compie)

– che riceve un mandato di agenzia per la prima volta

oppure:

– che riceve un nuovo mandato di agenzia dopo oltre 3 anni dalla cessazione dell’ultimo rapporto

Come funziona l’agevolazione per i “giovani agenti”

Il primo incarico al “giovane agente” (o il nuovo incarico al’ “giovane agente” dopo l’ultimo di tre anni prima) deve essere conferito nel triennio 2021-2023

Una volta che il primo incarico (o il nuovo incarico alle condizioni specificate) viene conferito all’interno di questo triennio, l’agevolazione permane per i 3 anni successivi consecutivi (quindi può scadere anche dopo il 2023. Es: mandato conferito il 2022 – i 3 anni scadono nel 2024) e riguarda anche tutti i successivi mandati oltre al primo conferiti fino alla scadenza della durata dell’agevolazione (in questo caso le aliquote per i successivi mandati dipenderanno dall’anno – rispetto ai 3 successivi – in cui vengono conferiti)

Alla scadenza del terzo anno di agevolazione, le agevolazioni scadono per tutti i mandanti conferiti durante i tre anni.

Ammontare delle aliquote Enasarco ridotte

In caso di conferimento di mandato ad un “giovane agente” nel corso del triennio 2021-2023, alle condizioni sopra indicate, si applicano le seguenti aliquote Enasarco ridotte:

  • primo anno di durata dell’agevolazione: 11% (sempre al 50% quindi 5,50% a testa) (quindi a tutti i mandati conferiti in questo anno al “giovane agente” viene applicata la percentuale Enasarco del 11%)
  • secondo anno di durata dell’agevolazione: 9% (4,50% a testa) (questa percentuale Enasarco del secondo anno si applica ai mandati conferiti nel primo anno e a quelli successivi conferiti nel secondo anno, che partono quindi con questa aliquota)
  • terzo anno di durata dell’agevolazione: 7% (3,50% a testa) (questa percentuale Enasarco del terzo anno si applica ai mandati conferiti nel primo anno e a quelli successivi conferiti nel terzo anno, che partono quindi con questa aliquota)

L’importo dei massimali su cui calcolare le percentuali Enasarco ridotte rimane quello “ordinario” (cambia quindi solo l’aliquota).

NOTA BENE: Al momento dell’iscrizione del mandato, se sussistono le condizioni, il mandato sarà automaticamente contraddistinto come “agevolato”. Non è chiaro se l’Enasarco preciserà anche l'”anno” dell’agevolazione (se primo, secondo o terzo) che sarebbe utile per poter sapere quale aliquota esattamente debba essere trattenuta in fattura

Ammontare minimale

In caso di conferimento di mandato ad un “giovane agente” nel corso del triennio 2021-2023, che abbia le condizioni sopra descritte, i minimali degli anni in cui vale l’agevolazione sono ridotti al 50%.

L’Enasarco, sul proprio sito internet, ha messo a disposizione anche un proprio documento con istruzioni e alcuni esempi, ma se avete dubbi o necessità di assistenza siamo a vostra disposizione.

Buon lavoro

Avv. Angela Tassinari